Follow Us
seguici su twitter
Vendi e Guadagna
Iscriviti al Programma di Affiliazione: 10% su ogni vendita, 50 € di Bonus e Pay per Impression!

La cucina che sparisce

original-circle-kitchen-for-small-space-1-554x633Non è una magia la cucina che “sparisce”, si tratta semplicemente di progetti “furbi” nati per schermare l’angolo dei fornelli esaltando la zona living.

Le porte con meccanismo ritraente e con le maniglie incassate, nascondono perfettamente una cucina strutturata in moduli componibili, accostabili tra loro e attrezzabili con qualsiasi elettrodomestico. Le ante sono anche disponibili in laminato, oltre che in legno. Le ante sono molto particolari, su richiesta, disponibili a battente, ritraente, complanare, servoassistita o manuale, per nascondere completamente una cucina lineare. Massima personalizzazione sia di interni che esterni, come la scelta della cassa in melanina, attrezzature e schienali nei laccati opachi o in essenza, ripiani con spessori differenziati. Queste cucine si integrano perfettamente nell’ambiente giorno. Le ante di un unico e grande armadio possono celare anche un letto ed una zona studio.
La necessità di unire cucina e soggiorno è infatti sempre più frequente nelle nostre case sempre più piccole. L’offerta del mercato è ampia e cerca di risolvere anche l’esigenza estetica di chi vorrebbe mantenere gli ambienti il più possibile puliti nelle linee.

La soluzione più elegante è rappresentata dalle ante da “impacchettare” a lato, tra muro e cucina. Per questo vengono creati e proposti moduli cucina autoportante perfetti per i piccoli spazi. Chiuse si presentano come un parallelepipedo, aperte svelano una credenza completa di elettrodomestici, lavello, piano cottura, sistema per la raccolta differenziata dei rifiuti e vari contenitori. Di tendenza e particolarmente ricercate sono le ante in medium density laccate nere o bianche con ciclo di verniciatura ad acqua. Quando la pianta dell’appartamento presenta una rientranza profonda di almeno sessanta centimetri, una soluzione possibile è quella di collocare la cucina in nicchia, in modo che risulti nascosta e all’occorrenza richiudibile con un separè o con un tendaggio. L’alternativa, in mancanza di una nicchia, è creare una doppia spalletta in cartongesso all’interno della quale inserire il piano di lavoro.

 

 

Lascia un Commento