Follow Us
seguici su twitter
Vendi e Guadagna
Iscriviti al Programma di Affiliazione: 10% su ogni vendita, 50 € di Bonus e Pay per Impression!

Come scegliere pavimenti e rivestimenti

piastrelle_bagno_2Ci sono molti criteri per scegliere i pavimenti ed i rivestimenti giusti per la propria casa. Un esempio: il castagno del Brasile sfida l’umidità, mentre il rovere è un materiale molto forte, soprattutto quando in casa ci sono bambini piccoli. Esistono poi dei “super” marmi, dallo spessore di un solo centimetro. Listelli in gres porcellanato per la posa fai-da-te. E certamente questo è un settore dove le novità sono sempre in continua evoluzione. Siamo nell’epoca del legno che riesce anche “ad entrare in bagno”. A bordo vasca, intorno al piatto doccia o addirittura come rivestimento a parete per rendere più caldo ed accogliente l’ambiente grazie alla particolare resistenza della materia prima.

Il castagno del Brasile, non teme l’umidità e si adatta alla posa anche in ambienti fino ad oggi considerati off limits. Ma quale scegliere? Molto dipende dalle esigenze che ha la vostra casa, ad esempio, il rovere antico che viene ricavate da vecchie botti, laminato manualmente e cerato, può essere ottimo per creare una pavimentazione dalla colorazione molto calda con sfumature molto piacevoli.

Se volete pavimenti di grande pregio, potete optare per la finitura ad olio in grado di esaltare le sfumature naturali del legno che vengono impiegate per i parquet a tre strati in noce nazionale. Se invece cercate soluzioni low-cost potete scegliere il laminato in rovere da 8 mm di spessore. Per quanto riguarda poi i rivestimenti da “mille e una notte”, la miscela di argille e caolino con disegno a rilievo smaltato in trasparenza nei colori opale, blu ed aragosta effetto craquelè, farà restare tutti senza fiato! Oppure potete optare per i mix in marmo, o per i mosaici, intere collezioni di piastrelle in gres porcellanato che ricreano l’effetto resina. Mentre l’effetto finto metallico è sicuramente perfetto quando si tratta di rivestire pareti grazie allo spessore di appena 1,3 cm ma anche superfici complesse come i top del bagno e della cucina.

Lascia un Commento